News

home > News> Digita Academy, nuova sfida per gli studenti

Digita Academy, nuova sfida per gli studenti

  07 Maggio 2018

Le porte di una grande azienda napoletana, Graded Spa, si sono aperte due giovani talenti di Digita. Con l’avvio del project work della durata di circa due mesi e mezzo, parte una nuova sfida nella collaborazione tra la Spa napoletana guidata da Vito Grassi, vicepresidente degli Industriali napoletani, attiva da 60 anni nel mercato della progettazione, realizzazione e gestione di impianti di energia da fonti rinnovabili, e la “Digital Transformation & Industry Innovation Academy” dell’Università degli Studi di Napoli Federico II nata in partnership con Deloitte Digital.

I due studenti – un ingegnere meccanico e un dottore in economia – seguiti direttamente o in remoto (“smart working”) da un tutor interno alla Graded, saranno alle prese con un “caso aziendale” reale: l’individuazione di una soluzione tecnologicamente efficiente ed economicamente sostenibile per la gestione e il controllo in remoto dell’impianto fotovoltaico realizzato a Ianova nella regione di Timis in Romania, su un terreno di 27mila metri quadri. Il progetto finale dovrà mirare a monitorare e possibilmente prevenire anomalie all’impianto, geolocalizzando eventuali malfunzionamenti per poter effettuare manutenzioni preventive.  Dopo una verifica di fattibilità, il progetto finale elaborato dagli studenti potrebbe anche essere avviato alla fase di implementazione.

“Fare impresa – spiega Grassi – vuol dire soprattutto innovare e formare e lo dimostrano i rapporti costanti che abbiamo avviato negli anni con il mondo delle università e della scuola. Ne è un esempio  il progetto integrato per l’orientamento al lavoro “studiare l’impresa, l’impresa di studiare”, in collaborazione con l’Unione Industriale di Napoli, l’Ufficio scolastico regionale e Il Mattino. Con gli studenti dell’Istituto tecnico industriale Augusto Righi di Napoli, ospitati nell’ambito di questa iniziativa, la società ha anche partecipato all’Expo 2015 presentando “Green Farm”,  la prima fattoria ecologica “made in Napoli” ideata dai nostri ingegneri assieme ai ragazzi di Fuorigrotta. Porteremo all’ Expo 2020 di Dubai – che sarà focalizzato proprio sul tema dell’efficientamento energetico – i primi risultati dell’implementazione di questo progetto”.  

“Il binomio formazione-innovazione è il vero antidoto alla crisi – conclude  Grassi -. Lo dimostrano i dati sulle performance delle Pmi: i risultati migliori, negli anni della recessioni, sono arrivati proprio da quelle imprese che hanno avuto la capacità di aumentare sensibilmente la propria digitalizzazione e hanno formato in maniera continuativa il proprio personale, investendo sui giovani talenti”.

condividi su: